Parco Marino Del Cerrano

banner_cerrano.jpg

Lungo la costa abruzzese, nella superficie del teramano, fra i comuni di Pineto e Silvi, si estende la Riserva Marina del Cerrano. Si tratta di un area protetta che delimita 7 km di costa e si estende fino a 3 miglia nautiche, che mira alla salvaguardia, al ripopolamento, nonché allo studio dell’ecosistema marino.
La Torre del Cerrano, che oggi è sede del Centro di Biologia Marina, domina l’area marina. L’opera architettonica risale al XVI secolo, quando fu costruita dagli spagnoli come mezzo di difesa contro i pirati saraceni.
Ogni ambiente naturale nell’area del Cerrano presenta la sua particolare conformazione. Il mare è contraddistinto da due tipologie naturali, in stretta relazione fra loro: i classici fondali sabbiosi e alcune aree di scogliere di fondo. In acqua viene riscontrato un buon numero di specie animali e anche una discreta ed eterogenea vegetazione.
Il litorale sabbioso palesa una particolare morfologia, tipica della zona, con le sue dune e la peculiare vegetazione che si estende fino alla zona sud; degni di nota sono i pregevoli esemplari di Giglio di mare e diverse specie di avifauna, fra cui il Fratino (Charadrius Alexandrinus), inconsueto uccello migratore, che qui nel periodo che va da aprile a settembre depone le sue uova